Associazione musicale il Picchio

Scuola di musica di Gallarate organizza corsi di musica per bambini con il metodo Suzuki

Descrizione dell'attività

L'Associazione Musicale "Il Picchio" si costituisce nel mese di settembre 2004 ed ha sede in Gallarate (VA) in Via Novara, 29.

Si tratta di una scuola di musica per bambini che intende contribuire allo sviluppo dell' educazione attraverso la comprensione e la pratica del linguaggio musicale sin dalla prima infanzia. In particolare, sostiene ed applica il metodo denominato "Suzuki".

La scuola di musica offre lezioni di chitarra clasica per bambini, lezioni di violino e violoncello pensati agli allunni di scuola elementare.


Per i bambini più piccoli, da 3 a 5 anni, la scuola propone un corso di ritmica "Musical Garden" dove il bambino entra a contatto con la musica, con i diversi strumenti e impara a suonare strumenti semplici in gruppo. Dai 4 anni il bambino, secondo i propri desideri e le attitudini dimostrate durante il corso di ritmica, potrà accedere al corso di strumento.

Scopri i nostri corsi o contattaci per maggiori informazioni.

 

METODO SUZUKI

 

Nel corso della sua vita e con l’esperienza maturata con i bambini, Suzuki elaborò un metodo, chiamato Educazione del talento, per sfruttare al meglio le potenzialità infantili.
 

Ogni cosa proposta ad un bambino, viene da lui appresa: per questo è importante fornire al bambino gli stimoli corretti per creare e sviluppare al massimo il suo talento.
 

È errato credere che il talento sia innato. Esso non è ereditario, va educato, coltivato e sviluppato nel modo corretto. Ogni bambino alla nascita ha le stesse identiche possibilità di un altro bambino, è solo la sua capacità di adattarsi all'ambiente che li differenzia. Sono l’ambiente e le influenze psicologiche che contribuiscono alla formazione del talento e delle doti di un bambino.

Più l’ambiente è ricco di stimoli più il bambino svilupperà del talento, al contrario se riceve pochi stimoli avrà una personalità povera.
 

La figura del genitore, è fondamentale: il genitore non deve desiderare che il proprio figlio diventi qualcuno, deve credere e lottare affinché egli diventi una persona ricca d’animo in modo che possa trovare la felicità. Infatti il bambino si deve divertire mentre suona, non deve essere obbligato, in questo modo inizia ad amare ciò che fa.

Pian piano il bambino sviluppa la propria abilità che si ottiene mediante la ripetizione, l’esperienza, la voglia di agire e di migliorarsi sempre più. È la ripetizione che rende facile una cosa.


 


 

Free Lotus Filled icon source